Altro

Published on 27 Maggio, 2020 | by Giovanni De Gregorio

0

“MA QUALE RIPRESA?”

Molti stanno avvertendo la difficoltà di rientrare nei ritmi frenetici della quotidianità dopo aver sperimentato per circa tre mesi una pace strana, un fluire naturale, un rallentamento del ritmo che ci ha fatto vivere una vita sicuramente più a misura d’uomo. Dunque si avverte adesso un fastidio, una resistenza, un affanno e una difficoltà a rientrare in ciò che ci viene chiesto dal sociale accreditato e dalle istituzioni in cui dovremmo riconoscerci. Ma qual è la vera normalità? Quella di prima del coronavirus o quella sperimentata fino all’altro ieri in periodi di quarantena? Forse se riuscissimo ad essere onesti con noi stessi dovremmo dire che la vera normalità non è quella in cui ci viene chiesto di rientrare, ma quella che abbiamo sperimentato quando per cause esterne abbiamo vissuto una vita più a misura d’uomo, da soli con noi stessi, in contatto con una realtà vera e profonda: quella interiore. Il fastidio provato non è quindi qualcosa da superare ma una difesa che la nostra parte più vera ci produce per metterci in guardia dicendoci: sei disposto a dimenticare tutto e a sacrificarlo in nome della produttività e di quella che oggi chiamano “ripresa”? A ciascuno la libertà di rispondere..
Ma a chi risponde no, allora si tratta di trovare la strada per poter mantenere questa consapevolezza acquisita in questo tempo. Un aiuto ci viene dalla visione trifocale con cui Roberto Assagioli ci invita a pianificare i nostri obiettivi per salvaguardarci dai condizionamenti esterni. Il video cade ad’hoc. Dunque OKKIO!
E…presenti a noi stessi!


Sull'autore

Sono Giovanni De Gregorio, ideatore di "Sintetizzando": il Blog che ti aiuta a conoscere, gestire e trasformare il tuo mondo interiore. Qui troverai esempi pratici e materiale multimendiale che ti aiuterà a diventare più padrone di te! Sito personale: http://www.giovannidegregorio.it/



Rispondi

Back to Top ↑