Altro

Published on 29 Maggio, 2019 | by Giovanni De Gregorio

0

LE REGOLE DEL GIOCO

Come si convince una parte di noi a cambiare obiettivo? Nella fattispecie, come facciamo a convincere il nostro Giudice interno a cambiare le sue regole?

Il nostro giudice interno ordinariamente è il prodotto della paura, è una parte di noi che serve controllare ciò che ci circonda nell’intento di darci sicurezza. Una parte severa, che contiene le regole ereditate dal contesto sociale e familiare, qualcosa che potremmo definire il suo “libro della legge”. Una forma di protezione sviluppata dalla nostra mente per proteggerci da ulteriori frustrazioni e sofferenze dovute dal mancato riconoscimento degli altri e quindi della nostra “immagine sociale”.

Ma la rigidità sappiamo che genera blocco e sovente crea in noi il personaggio della “vittima”.
Più volte abbiamo parlato del bambino interiore quale contenitore di tutti gli eventi dolorosi presenti e passati, ma questi sono fisiologici. Per la maggior parte delle volte gli eventi più dolorosi sono quelli rivissuti mille e mille volte ancora nella nostra mente a causa di questa parte rigida che alla fine abbiamo interiorizzato e che paradossalmente dovrebbe proteggerci rifacendosi al suo libro della legge..

Fin quando delegheremo al nostro Giudice Interiore l’ordine interno, ci ritroveremo vittime della sua tirannia. Possiamo occuparci con amore della nostra vittima e quindi del nostro bambino interiore, ma se non limitiamo ed educhiamo con determinazione il nostro Giudice Interno purtroppo il processo non avrà mai fine.

È da qui nasce la ribellione, la vera ribellione, quella interna fatta di nuovi codici di valore da trasmettere in maniera decisa al Giudice con il fine di cambiare il libro della legge. Occorrono nuovi codici di valore non più fondati sulla paura, ma sulla comprensione e sull’ispirazione profonda di ciò che sentiamo vero e giusto.

Di qui si parte per rispondere alla domanda: Come si convince il Giudice Interno a cambiare le sue regole?
L’asta è aperta: si accettano proposte!

È con questa domanda che si svilupperà l’ultimo incontro di conosci te stesso: 39 incontri che hanno caratterizzato un percorso di conoscenza personale avvicinando tutti i partecipanti a una intimità con se stessi.

Vieni anche tu stasera?

“Avere a che fare con le parti di noi è come convincere le scimmie a coltivare i fiori anziché mangiarseli.” [Antonio G. Tallerini]


Sull'autore

Sono Giovanni De Gregorio, ideatore di "Sintetizzando": il Blog che ti aiuta a conoscere, gestire e trasformare il tuo mondo interiore. Qui troverai esempi pratici e materiale multimendiale che ti aiuterà a diventare più padrone di te! Sito personale: http://www.giovannidegregorio.it/



Rispondi

Back to Top ↑