E' possibile scegliere il proprio lavoro? O siamo obbligati a fare s..." /> IL CORAGGIO DI RISCHIARE | Sintetizzando


Altro

Published on Agosto 9th, 2018 | by Giovanni De Gregorio

0

IL CORAGGIO DI RISCHIARE

E’ possibile scegliere il proprio lavoro? O siamo obbligati a fare solo ciò che è più conveniente? Spesso il problema è che ci ritroviamo a ricoprire ruoli che non si sposano con le nostre aspirazioni eppure non troviamo il coraggio di alzarci dalla sedia e dare le dimissioni perché ci aggrappiamo alla flebile speranza che un giorno qualcosa cambierà, qualcuno ci noterà, il capo ci darà la promozione che tanto desideriamo, a costo di sopportare richieste assurde e magari straordinari non retribuiti.

Procrastinare significa non voler affrontare il cambiamento, non  lasciare che il sipario si apra per paura di fallire o addirittura di
avere successo… perché significa scoprire chi siamo davvero.

Incollati ad una scrivania, passivi dinanzi a un macchinario, silenziosi di fronte alle ingiustizie. Lavoro e divertimento possono
sembrare un binomio insolito e alquanto sarcastico, eppure è possibile far coesistere entrambi. Come?
Le opzioni sono essenzialmente due: svolgere un lavoro che amiamo oppure amare il lavoro che svolgiamo. In entrambi i casi, il filo conduttore è la passione. Il trucco è aggiungere ad ogni mansione qualcosa di unico, affinché i nostri talenti possano trovare una via di fuga e non rimanere inscatolati nella mente e lasciati ammuffire assieme alla gioia di esprimerci.

Diventiamo perdenti quando non osiamo, quando ci lamentiamo della situazione lavorativa attuale ma non facciamo niente per cambiarla. Chi decide di ricominciare è un vincente. Belle parole? O convinzioni da cui partire per realizzare un cambiamento nella propria vita?

da mercoledì 19 settembre 2018, alle ore 18
“CONOSCI TE STESSO”
Un percorso settimanale di gruppo che ci aiuterà a smettere di procrastinare,
per cercare di coniugare il profitto con la serenità di svolgere una professione che amiamo,
che sia d’aiuto a noi stessi e agli altri.

Gli incontri si svolgeranno presso il Centro di Psicosintesi Applicata, in via S. Di Giacomo, 15 a C.mare di Stabia (NA).

E’ previsto un numero massimo di 15 partecipanti. Raggiunto il quorum si chiuderanno le iscrizioni. Per iscriversi basta effettuare un bonifico di 20€. La quota di partecipazione ad ogni incontro è di 25€. E’ questa anche un’opportunità che il Centro offre a chi desidera seguire un percorso di crescita personale, ma non può consentirsi un costoso lavoro di psicoterapia individuale. Ovviamente il suddetto percorso non sostituisce un lavoro individuale qualora fosse necessario. In ogni caso, il lavoro di gruppo accelera i processi di crescita personali ed è un catalizzatore dei processi di sviluppo relazionali.

Sono previsti sconti per pacchetti mensili e trimestrali e per i giovani al di sotto dei 25 anni.

Per maggiori informazioni:

centrodipsicosintesiapplicata@gmail.com

Dott. G. De Gregorio: 3287028197 (contatto anche wathsapp)

La visione dell’uomo che farà da cornice all’intero Percorso è la Psicosintesi di Roberto Assagioli. La metodologia utilizzata farà buon uso del canale immaginativo, avvalendosi del famoso metodo proiettivo utilizzato nel best-seller “Illumina il tuo lato oscuro”, di Debbie Ford.

Per favorire la comunicazione e introdurre il processo formativo, verranno inoltre utilizzate scene ad hoc, tratte da film selezionati dal rinomato archivio de “Il Cinema Insegna”, di cui il sottoscritto è grande estimatore ancorché abbonato. Ciò, come già sperimentato, armonizza il clima di gruppo e predispone alla creatività e alla produzione di idee.

Il Percorso seguirà il naturale sviluppo del gruppo e prevederà alcune uscite guidate, per visite culturali organizzate dall’Ass. “Tappeto volante”, finalizzate ai temi del gruppo e alla migliore conoscenza dei suoi membri (1. “Leonardo da Vinci”. Mostra spettacolo sulla vita, le opere e le macchine del genio toscano. Sorrento [Museo dell’orgoglio italiano]. 2. “L’invisibile Pompei – Experience”. Un’incredibile esperienza cognitiva e sensoriale guidata, sui reperti archeologici provenienti da Pompei e dintorni. Sorrento [Museo dell’orgoglio italiano] 3. “L’inferno di Dante”, nel Museo del Sottosuolo di Napoli).


Sull'autore

Sono Giovanni De Gregorio, ideatore di "Sintetizzando": il Blog che ti aiuta a conoscere, gestire e trasformare il tuo mondo interiore. Qui troverai esempi pratici e materiale multimendiale che ti aiuterà a diventare più padrone di te! Sito personale: http://www.giovannidegregorio.it/



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑